IL CALCIO A 5

CENNI STORICI - Fonte http://it.wikipedia.org/

Il calcio a 5, conosciuto anche come calcetto o futsal, è uno sport di squadra di origine uruguaiana nato negli anni 1930, quando un professore della ACM di Montevideo, Juan Carlos Ceriani Gravier, spinto dall'esigenza di far giocare a pallone i propri studenti in una piccola palestra o sui campi di basket ed hockey su pista all'aperto, ne ideò la formula. Il suo obiettivo era quello di ideare un gioco di squadra che potesse essere praticato sia all'aperto che in strutture coperte, sfruttando i già diffusi campi di pallacanestro, ma che ricordasse da vicino il calcio che in quegli anni godeva di una smisurata popolarità in Uruguay dopo che la nazionale aveva vinto i Mondiali del 1930 e le Olimpiadi del 1924 e del 1928. Il futsal fece il suo esordio nelle grandi manifestazioni internazionali multidisciplinari nel 1994 quando a Valencia ebbe luogo il primo torneo di futsal ai Giochi Sudamericani, dove i padroni di casa ebbero la meglio sugli avversari. In questa edizione così come in quella successiva, il torneo venne svolto con il regolamento previsto dalla F.I.F.U.S.A., così nel 1998, per la VI edizione dei giochi a Cuenca in Ecuador, fu la nazionale del Paraguay ad imporsi, in un torneo che valse anche il titolo di campione sudamericano della C.S.F.S. Nelle successive due manifestazioni (Rio de Janeiro nel 2002 e Buenos Aires nel 2006) il calcio a 5 è stato presente ma con il regolamento previsto dalla F.I.F.A., ciò ha messo fine alla presenza del vecchio futsal nei giochi internazionali.


LE REGOLE DEL CALCIO A 5

S. Oronzo in Manuale dello Sport , FrancoAngeli, 2004: “Elemento fondamentale dell'ordinamento sportivo è la regola, al di fuori della quale non vi è attività sportiva. La regola è radicata nello sport, ne detta gli indirizzi programmatici, rendendosi necessaria agli occhi dei praticanti. L'essenza del concetto di regola, dà luogo alla distinzione tra quest'ultima e il puro gioco. Essa, al contrario delle logiche che governano la nascita del diritto tra gli uomini, crea l'attività sportiva. Generalmente, l'attività umana conduce alla nascita del diritto e delle sue norme, inversamente le norme sportive generano lo sport. Pertanto, la pratica del gioco diviene sport, allorché le regole intervengono, nel fissarne i contenuti. L'esistenza di un insieme di norme, aventi per finalità la competizione sportiva pone il problema della loro qualificazione giuridica. Le regole o norme sportive sono ritenute giuridiche, in quanto esistenti all'interno di ordinamenti statali, ai quali è deputato il riconoscimento o meno, dell'ordinamento sportivo”.


Le regole del gioco del calcio a 5 sono decise dalla International Football Association Board (I.F.A.B.) e si suddividono in 18 articoli:1. Il rettangolo di giuoco
2. Il pallone
3. Numero dei calciatori
4. Equipaggiamento dei calciatori
5. Arbitro
6. Secondo arbitro
7. Cronometrista e terzo arbitro
8. Durata della gara
9. Calcio d'inizio e ripresa del giuoco
10. Pallone in giuoco e non in giuoco
11. Segnatura di una rete
12. Falli e comportamento antisportivo
13. Calci di punizione
14. Falli cumulativi
15. Calcio di rigore
16. Rimessa dalla linea laterale
17. Rimessa dal fondo
18. Calcio d'angolo

Download il regolamento del gioco.pdf

 

Powered by Alessio Peca